“LA VITA NON SI PUÒ ARGINARE COME UN LENTO CORSO D'ACQUA. LA VITA DEBORDA SEMPRE E SOMMERGE LE PENE DI UN UOMO, SI RICHIUDE SOPRA UN DOLORE. COME IL MARE SOPRA UN CORPO SENZA VITA, A PRESCINDERE DA QUANTO AMORE È ANDATO A FONDO”.

da: Al limite estremo, di Joseph Conrad (3 dicembre 1857-3 agosto 1924)